Le frittelle della sciura Luisa per Carnevale – videoricetta

Share

Le frittelle della sciura Luisa – la ricetta

Benvenuti su Fulvia’s Kitchen.
Era da tempo che cercavo la ricetta delle frittelle che, una volta, si friggevano a Milano durante il periodo di Carnevale.
Finalmente l’ho trovata!!!
Ma cominciamo dal titolo di questa ricetta: vi sarete chiesti chi sia la sciura (signora, in dialetto milanese) Luisa, vero?
Dunque vi racconto: oltre 30 anni fa mio marito Roberto lavorava col suo papà nel loro negozio di polleria e, fra i loro clienti, annoveravano la pasticceria Lamperti di Via Aurelio Saffi a Milano.
I proprietari, i signori Censo e Luisa (appunto 😉 ), erano famosi lui per le chiacchiere e lei per le sue indimenticabili frittelle di Carnevale.
Mio marito, ogni qualvolta si trovava a consegnare loro le uova, inevitabilmente portava a casa un vassoio colmo sia delle chiacchiere del sciur Censo che delle frittelle della sciura Luisa.
E non stenterete a credere che, in tutti questi anni, abbia cercato con me una ricetta che potesse portarci a riprodurre in casa queste golose frittelle.

Le frittelle della sciura Luisa

Ho fatto vari tentativi negli anni scorsi fino a quando, un paio di settimane fa, sfogliando una delle mie tantissime riviste di cucina, non mi sono imbattuta in quella che, ho sperato, fosse la ricetta giusta.
E allora ho voluto provare a prepararle, facendo così una sorpresa a mio marito che, dopo averle assaggiate, mi ha guardato con gli occhi un po’ lucidi e mi ha detto: “Mi hai fatto fare un tuffo nel passato – ecco le frittelle della sciura Luisa” (ho dovuto nascondere il vassoio dopo che ne aveva mangiati 5/6 uno dietro l’altro 😉 )
Sono quindi a condividere con voi questa “antica” ricetta che amerete di certo!

Le frittelle della sciura Luisa
Le frittelle della sciura Luisa

Le frittelle della sciura Luisa

Ingredienti per 4 persone

225 gr farina 00
200 ml acqua
150 ml latte
70 gr burro
4 uova
25 gr zucchero semolato
olio di arachidi per friggere
sale
zucchero semolato per decorare

Le frittelle della sciura Luisa
Le frittelle della sciura Luisa

Il procedimento è quello della pasta choux!

Versate il latte e l’acqua in una casseruola, unite il burro, un pizzico di sale e portate a bollore.
Togliete la casseruola dal fuoco e versate tutta in una volta la farina setacciata.
Mescolate con un cucchiaio di legno evitando la formazione di grumi, quindi rimettetela sul fuoco e, continuando a mescolare, cuocete l’impasto fino a che si staccherà dalle pareti della casseruola.
Togliete l’impasto dal fuoco e lasciatelo intiepidire.
Mettetelo nella planetaria e, lavorando col gancio a foglia (o K), aggiungete uno alla volta le uova; aspettate che il primo sia stato completamente assorbito prima di aggiungere quello successivo.
Per ultimo versate lo zucchero e finite di impastare.
Dovrete ottenere un impasto piuttosto appiccicoso che andrà lasciato riposare per almeno mezz’ora, coperto con pellicola, prima dell’utilizzo.

Le frittelle della sciura Luisa

Trascorso questo tempo mettete a scaldare abbondante olio di arachidi e, quando sarà ben caldo, aiutandovi con 2 cucchiai, tuffate un po’ di impasto per volta come mi vedete fare nel video!
Le frittelle cominceranno a gonfiarsi (non subito, ma non vi spaventate); giratele di tanto in tanto perchè possano colorirsi da ogni parte, quindi scolatele bene prima di disporle su un vassoio coperto con carta assorbente, così che possano rilasciare l’eventuale olio in eccesso.
Quando saranno intiepidite, fatele rotolare nello zucchero semolato e servitele.
Gonfiandosi in fase di cottura, restano vuote all’interno, quindi si prestano bene ad essere farcita con crema pasticcera o altre golosità vi suggerisca la fantasia 😉

Ti piacciono le mie ricette? Iscriviti gratuitamente al mio blog qui

Vieni anche a lasciarmi il tuo like su Facebook
Ti aspetto anche sul mio blog Vegetariano/Vegano Il verde in Tavola

Le frittelle della sciura Luisa
Le frittelle della sciura Luisa

 

Print Friendly

Share

4 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *