Tartellette vegan ai funghi porcini

Share
Tartellette vegan ai funghi porcini – La ricetta


Bentornati su Fulvia’s Kitchen.
Oggi la ricetta è quella di un aperitivo e/o antipasto vegan.
Quest’anno, con tutta la pioggia che ha fatto, i funghi porcini sono bellissimi e, soprattutto, si trovano a prezzi abbordabili (vista la produzione abbondante).
Così ho voluto dedicare queste tartellette alla mia verdura preferita in assoluto (e chissà di quanti di noi).
La pasta brisèe vegan non prevede l’utilizzo del burro ma dell’olio e, vi assicuro che il risultato finale sarà buonissimo, in quanto l’olio la rende croccante e friabile.
Potrete procedere in due modi: o cuocere le tartellette e poi farcirle con la crema di porcini, oppure, come ho fatto io, farcirle a crudo e poi cuocerle in forno.
Saranno ottime in entrambi i casi.
La base su cui ho fatto le foto è un pannello di parquet della collezione Europa – Bardena Blanca gentilmente offerto da AllWood.
Per informazioni: info@allwood.it

Ingredienti per 4 persone

Per la pasta
200 gr farina 00
50 gr olio evo
70/80 gr acqua fredda
sale qb
 
Per il ripieno
200 gr porcini freschi
30 gr porcini secchi
200 ml panna vegetale
prezzemolo
1 spicchio di aglio
1 cucchiaio fecola di patate
olio evo
sale e pepe

Mettete a bagno i funghi secchi per almeno mezz’ora, quindi scolateli (tenendo da parte il liquido di ammollo filtrato) e sciacquateli fino a quando sarete sicuri che non ci sia più terra.
Teneteli da parte.
Preparate la pasta brisée (preparatene anche in abbondanza in quanto è ottima anche conservata in freezer e fatta poi scongelare quando ne avrete bisogno).

Fate una fontana con la farina, mettete un pizzico di sale, l’olio e l’acqua.
Lavorate l’impasto fino a quando sarà liscio.
Quindi copritelo con la pellicola e mettetelo a riposare in frigorifero per almeno mezz’ora.
Pulite con delicatezza i porcini freschi, tagliateli a listarelle.
In una padella antiaderente, fate soffriggere leggermente l’aglio con poco olio, quindi unite i funghi (sia freschi che secchi), salate e pepate e lasciate cuocere a fuoco basso per circa 25/30 minuti (dovranno essere tutti ben cotti), allungando di tanto in tanto con l’acqua di ammollo dei funghi secchi.
Trascorso questo tempo, aggiungete il prezzemolo, togliete l’aglio, unite la panna vegetale, aggiustate di sale e mescolate.

 

Tartellette vegan ai funghi porcini: la farcitura

Trasferite in un mixer (tenete da parte 1 pezzo di fungo per ogni tartelletta che farete), fate frullare , quindi rimettetela in padella, accendete il fuoco, aggiungete la fecola, mescolate e lasciate che si addensi.
Togliete la brisée dal frigorifero e stendetela con un matterello, ritagliatela della forma degli stampini per tartellette e mettetela negli stampi, tagliando le parti in eccesso sui bordi e bucherellendone il fondo.

Tartellette vegan ai funghi porcini: bucherellate il fondo

Versateci la crema di funghi, quindi coprite con il fungo tenuto da parte e infornate a 180°C per circa 20 minuti (la pasta deve colorirsi).

Tartellette vegan ai funghi porcini: pronte per il forno

Nel caso la crema tendesse a colorire troppo, coprite le tartellette con carta stagnola.
Servitele calde oppure tiepide.

Tartellette vegan ai funghi porcini


Print Friendly, PDF & Email
Share

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *