Tartine di frolla salata alle arachidi e mousse di spinaci – videoricetta

Share

Tartine di frolla salata alle arachidi e mousse di spinaci – la ricetta

Benvenuti su Fulvia’s Kitchen.
L’idea di preparare delle tartine da servire come aperitivo di benvenuto per la prossima Pasqua mi è venuta nei giorni scorsi e ho “rimuginato” un po’ su come prepararle..
Ecco come nasce questa simpatica ricetta: tanti sapori diversi che si abbinano in un unico fantastico boccone (anche un paio).
La frolla salata che preparo piace sempre tanto ed è un’ottima sostituta della pasta brisèe (che, contenendo burro, resta un po’ più pesante e calorica di questa) e, questa volta, ho pensato di aggiungere all’impasto delle arachidi tostate e salate (quelle da aperitivo per intenderci) tritate.
Che idea!!! Provatela e sentirete che gusto simpatico e accattivante.
Queste tartine potete prepararle anche il giorno prima: riposando in frigorifero tendono ad ammorbidirsi leggermente e sono ancora più appetitose.

Tartine di frolla salata alle arachidi e mousse di spinaci
Tartine di frolla salata alle arachidi e mousse di spinaci

Tartine di frolla salata alle arachidi e mousse di spinaci

Ingredienti per 20 tartine (circa)

  • 200 gr farina 00
  • 50 gr semola rimacinata di grano duro
  • 70 gr olio evo
  • 120 gr latte freddo
  • 50 gr arachidi salate e tostate

per la farcia

  • 500 gr spinaci freschi
  • burro e parmigiano
  • 350 gr formaggio spalmabile (se volete, anche light)
  • sale
  • pesto di pomodori secchi (se lo desiderate, potete prepararlo con anticipo seguendo qui la mia ricetta)
Tartine di frolla salata alle arachidi e mousse di spinaci
Tartine di frolla salata alle arachidi e mousse di spinaci

Per prima cosa lessate gli spinaci e ripassateli in padella con una noce di burro, un pizzico di sale e una generosa spolverata di parmigiano grattugiato.


Lasciateli raffreddare.
Tritate le arachidi nel mixer (non troppo finemente così che si sentano quando si morde la tartina).
Nel frattempo preparate la frolla salata così: nella ciotola della planetaria mettete le farine, le arachidi, il latte, l’olio e un pizzico di sale (nel video vedrete che lo aggiungo un po’ dopo perchè me lo ero dimenticata.. eheheeh).
Lavorate l’impasto con la frusta K; quando diventerà liscio e compatto toglietelo dalla ciotola e versatelo sulla spianatoia infarinata.
Formate una palla e mettetela a riposare in una ciotola coperta con pellicola, per almeno mezz’ora.
Durante questo tempo preparate la farcia: mettete gli spinaci raffreddati insieme al formaggio spalmabile nel mixer.
Salate e tritate tutto, creando una mousse.

Tartine di frolla salata alle arachidi e mousse di spinaci

Mettetela in una sac a poche con un becco a stella (o a vostra scelta) e lasciatela riposare in frigorifero.
Riprendete la frolla e stendetela con l’aiuto del matterello sulla spianatoia infarinata dello spessore di circa 3/4 mm.
Prendete gli stampi per tartine e appoggiandoli sulla pasta, ritagliate delle sagome leggermente più grandi degli stampini.
Spruzzate ognuno di essi con uno spray distaccante (oppure imburrateli e infarinateli) e adagiateci la pasta ritagliata.
Io ho decorato i bordi delle tartine utilizzando i rebbi di una forchetta (me lo vedete fare nel video).
Posizionate le tartine su delle teglie.
Accendete il forno a 180 °C e cuocetele per circa 15 minuti (o comunque fino a che non saranno un po’ colorite).
Sfornatele, sformatele e lasciatele raffreddare.
Riprendete la farcia agli spinaci e riempitele.
Terminate con una punta di cucchiaino di pesto di pomodori secchi.
Potete scegliere due strade: farcirle subito oppure metterle in frigorifero, coperte con pellicola, e farcirle il giorno dopo.
Servitele non troppo fredde.

Ti piacciono le mie ricette? Iscriviti gratuitamente al mio blog qui

Vieni anche a lasciarmi il tuo like su Facebook
Ti aspetto anche sul mio blog Vegetariano/Vegano Il verde in Tavola

Tartine di frolla salata alle arachidi e mousse di spinaci
Tartine di frolla salata alle arachidi e mousse di spinaci
Print Friendly, PDF & Email

Share

6 Commenti

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *